Luthi: “Federer agli US Open per vincere”

La scorsa settimana, durante il torneo ATP 250 di Gstaad, Severin Luthi ha parlato con il Tages Anzeiger, riflettendo sul momento attuale di Roger Federer e facendo anche un passo indietro per analizzare la brutta sconfitta di Wimbledon contro Kevin Anderson.


Cos’è andato storto?

“Dal secondo set Federer ha iniziato a giocare troppo sulla difensiva. Ciò ha permesso all’avversario di aumentare il livello del suo gioco e di essere molto pericoloso. Abbiamo visto ancora una volta quanto il margine sia sottile. Roger è stato troppo spesso dietro la linea di fondo e Anderson ha iniziato a dominare, a partire dal servizio”.

Il fatto di aver giocato sul Campo 1 e non sul Centrale ha avuto un’influenza sul risultato?

“Le condizioni erano diverse, il campo 1 non ci ha di certo dato una mano. La luminosità è diversa, così come il vento… ma Roger non è uno che cerca scuse. Fa parte del gioco. È stata una combinazione di fattori”.

Non giocare Toronto è una decisione presa anche a causa dei problemi alla schiena avuti nella finale di Montreal 2017 con Zverev?

“Sì, anche. Certo, alcuni diranno: E se perde a Cincinnati al primo turno? Ma la cosa più importante è che sia fresco, motivato e ispirato. Con 37 anni di età e la sua esperienza, non ha bisogno di 25 tornei prima di uno Slam”.

“Sarebbe un vantaggio per lui giocare due tornei prima degli US Open? Secondo me no.”

L’obiettivo è non ripetere gli errori fatti in passato, anche quest’anno sull’erba.

“In determinate circostanze sarebbe stato più congeniale saltare Stoccarda prima di Wimbledon, ma è facile col senno di poi. Non penso davvero che sarebbe un vantaggio giocare Toronto e Cincinnati, anzi”.

A Cincinnati sarà Luthi a seguire Federer, agli US Open si unirà allo staff tecnico anche Ivan Ljubicic.

Il fatto che Federer non vince gli US Open da 10 anni rende le aspettative più basse?

“No, Roger gioca ogni torneo per vincere”.

Vincendo i Championship, Rafael Nadal sarebbe adesso a 18 titoli Slam, soltanto due meno di Federer. È una preoccupazione?

“Devi guardare a te stesso. Roger è incredibilmente rilassato in questo senso. Non dice: meglio che Nadal non vinca, altrimenti si avvicinerà a me. Pensieri del genere non sarebbero di aiuto”.

È davvero così rilassato?

“Molto più rilassato di quanto possa sembrare. Ma sa anche essere serio quando deve essere concentrato e tutto il resto”.

 


Fonte: FB Roger Federer Italian Fans 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...