Federer demolisce Berdych, è semifinale!

Spettacolo allo stato puro quello che si è visto sul campo centrale di Melbourne Park questa mattina. Roger ha completamente distrutto un Berdych in grande forma, rimontando un primo set già perso e chiudendo l’incontro per 7-6 6-3 6-4.


Ciò che abbiamo visto questa mattina andare in scena sulla Rod Laver Arena è stato, ancora una volta, uno spettacolo che solo Roger Federer poteva mettere in atto.

La partenza difficile ci aveva messo in guardia, con Roger che non riusciva a trovare i suoi colpi e dall’altra parte un Berdych in forma perfetta. Subito sotto 4-1, poi sul 5-2 e di fronte a due palle per chiudere il set, qualcosa è cambiato. Roger ha deciso di cambiare passo, e da lì è iniziato un altro incontro.

Federer ha cominciato a sfoderare i suoi colpi magici, controbalzi e smorzate indietreggiando come se niente fosse. Ed è proprio questa la cosa frustrante: giocare colpi impossibili facendoli sembrare facilissime. E da quel momento un tarlo si è conficcato nel cervello del ceco, che probabilmente ha iniziato a rivedere nella sua testa la partita di 12 mesi fa.

Il primo set è stato il più complicato che ho giocato in questo torneo“, ha confessato Roger a fine incontro. “Ho provato un misto di irritazione e frustrazione, ho anche avuto un piccolo battibecco con il giudice di sedia, che probabilmente ha agito nel modo giusto, ma la mia reazione è stata determinata dall’ansia; sapevo che quel primo parziale sarebbe stato la chiave del match. Forse Tomas meritava di vincere quel set, ma sono riuscito a recuperare e a conquistarlo al tie break”.

27331816_1740018079362753_5521996196173335808_n

Dopo quel primo set, poi la partita è andata in discesa.

Ora un altro piccolo passo è stato fatto. Si vola in semifinale ancora una volta. Ma guai a darla già per vinta.

Dall’altra parte della rete, venerdì, invece di Djokovic ci sarà il suo carnefice, la giovane star della NextGen Hyeon Chung. “Non sarà una partita facile in semifinale. Hyeon è un giocatore spettacolare, con molte risorse e molto simile a Djokovic. Si muove sul cemento come fosse la terra battuta ed è per questo che è diventato un giocatore molto difficile da battere. Non vedo l’ora di giocare contro di lui e vedere che cosa sono in grado di fare; vincere contro Nole in tre set è molto complicato, anche se non era al 100% fisicamente. Credo che Chung sarà molto pericoloso, d’altronde non avrà nulla da perdere”.

Il fatto di non aver nulla da perdere lo farà giocare libero da pensieri, oppure il giovane Chung risentirà della pressione di giocare contro il Maestro del Tennis su uno dei campi più importanti del mondo?

Noi sappiamo bene che se Roger gioca come sa, non ci sono chance per nessuno.

La Leggenda continua…

#ThereIsNoFinishLine

#BEL1EVE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...