Roger, ora si deve fare sul serio

Siamo arrivati alla seconda settimana di torneo, ora le cose diventano serie. Non si può più scherzare. Sono usciti Nadal, Djokovic e Dimitrov, ma domani ai quarti ci aspetta Berdych. L’occasione è troppo importante…


La prima settimana di torneo è volata via quasi giochicchiando.

Roger non ha ancora perso nemmeno un set, anche se ad essere sinceri non ha affrontato nessun avversario in grado di metterlo davvero in difficoltà. L’unico giocatore di livello incrociato finora è stato Gasquet, ma si sa che l’ex bambino prodigio francese non ha mai costituito una minaccia per il gioco di Roger, che più volte ha infatti confermato di essere felice di giocarci contro.

Federer in questi primi turni ha spesso dato l’impressione di non volersi stancare troppo, sicuro delle sue potenzialità, anche se ogni tanto non troppo concentrato.

Ma ora è arrivato il momento di iniziare a fare sul serio. Con l’uscita di scena di Dimitrov, Djokovic eliminato da un grande Chung ed il ritiro inaspettato di Nadal (messo alle corde da uno strepitoso Cilic), il grande favorito del torneo è proprio lui, Roger Federer.

Dalla sua parte di tabellone si sono aperti spiragli davvero interessanti. Una possibile semifinale contro il vincente di Chung-Sandgren sarebbe un’occasione da non farsi assolutamente scappare. Ed evitare l’ennesima sfida con Nadal in finale, un grande regalo.

Ma si sa che le partite di tennis vanno giocate.  Ed ora bisogna pensare solo a battere Tomas Berdych.

File 16-01-18, 17 01 46

Lo scorso anno, il match contro il ceco fu una delle manifestazioni di superiorità più schiacciante vista su un campo da tennis negli ultimi anni. Roger era semplicemente ingiocabile, e molto probabilmente quella partita fu quella che diede a Roger la convinzione di poter vincere il torneo.

Quest’anno sarà un po’ diverso. Tomas sta giocando davvero bene, mentre Roger non ha ancora messo in mostra il suo miglior tennis. Il ceco è un giocatore potente, dotato di colpi pesanti e puliti in grado di mettere in difficoltà chiunque, ma se Roger sta bene non ce n’è per nessuno.

È proprio questo il momento di cambiare passo. Bisogna essere centrati fin dal primo punto. Non dare ritmo da fondo, sfruttare le variazioni tattiche ed attaccare la rete.

L’ennesimo traguardo si avvicina.

#ThereIsNoFinishLine

#BEL1EVE

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...