News

“Un altro Slam? Ci credo fortemente”

Il 26 luglio, Roger Federer ha messo il mondo del tennis in subbuglio annunciando la fine anticipata della sua stagione. Niente Olimpiadi, US Open, Basilea, niente Parigi-Bercy o ATP Finals. Il giornalista francese Thomas Sotto ha incontrato il vincitore di 17 titoli del Grande Slam nella sua casa in Svizzera ed ecco cosa il “Maestro” ha raccontato ai microfoni dell’emittente Europe 1.


IL RITORNO – Dopo cinque mesi di assenza dal tennis, Federer farà il suo ritorno in campo a gennaio, con la prospettiva di essere competitivo per il primo Grande Slam della stagione in Australia, a partire dal 16 gennaio. “Spero proprio che questo sarà davvero un grande ritorno”, ha detto il giocatore svizzero. “Ecco perché lavoro duro ultimamente. Fisioterapia, fitness, palestra e un po’ di tennis. Ho ancora sessanta giorni prima di gennaio. Il ginocchio tiene bene. Per il momento sono davvero felice e tutto ciò mi fa sperare che sarà davvero un bel rientro”. Sarà sufficiente per vincere uno Slam? Sì, ci credo fortemente. Mentalmente, bisogna avere nuovo la rabbia e il fuoco di voler vincere. Dopo tre o quattro tornei, vedremo se questo è possibile o no.”

RITIRO – Che tutti siano avvisati, sia i suoi fan che i suoi avversari, Federer non pensa al ritiro. “Mi sono preso sei mesi di pausa proprio per tornare a giocare ancora per qualche anno”, dice subito. Voglio essere io a decidere quando fermarmi. La decisione non deve essere causata dal mio ginocchio, dalla mia famiglia o da altre lesioni, ma deve venire da me”.

14937354_1022127764563730_4547954506958297392_n

LA VITA DOPO IL TENNIS – Nel corso di questi ultimi mesi, “Fed” riconosce di aver assaggiato quello che potrebbe essere la sua vita dopo il tennis. “Mi è piaciuto molto avere un sacco di tempo per me”, dice. “Quando chiuderò la mia carriera, di sicuro dedicherò più tempo alla mia fondazione, cosa che mi sta molto a cuore”. Lo svizzero, nato da madre sudafricana, ammette anche la sua ammirazione per l’ex presidente Nelson Mandela e il “modo in cui ha gestito le cose, come è stato.” E il tennis? “Penso che potrei avere un ruolo di coach… ma farlo a tempo pieno sarebbe impossibile, con quattro figli. Preferisco essere un padre e un marito a tempo pieno.”

IL SOSTEGNO PUBBLICO – Roger Federer ha sostenitori in tutto il mondo. Se n’è accorto bene Novak Djokovic, l’anno scorso durante la finale degli US Open. Questo sostegno incrollabile degli amanti del tennis, fa sentire i suoi benefici. “A differenza di altri sport, ho costantemente il 90% del pubblico dalla mia parte. È una cosa sorprendente, fenomenale ed è anche una delle ragioni per cui io gioco ancora, riconosce il sette volte campione di Wimbledon. “In certi momenti lo sento molto, in altri sono più concentrato su ciò che devo fare. Ma ora più che mai, ho la ‘testa aperta’ a ricevere gran parte del sostegno del pubblico”.

NOVAK DJOKOVIC – Il numero 1 del mondo da oltre due anni ha perso diverse partite negli ultimi mesi e sembrerebbe anche alcune delle sue motivazioni. “Dopo aver il Roland Garros, che è stato l’ultimo grande titolo che gli mancava, penso che abbia solo bisogno di un po’ di tempo”, dice Roger. “È semplice. Per me, rimane il favorito per Bercy e anche per il Masters di fine anno. Ciò dimostra comunque di quanto i margini siano piccoli. Fisicamente, mentalmente, appena cambia qualcosa… Potrebbe aver avuto bisogno di reinventarsi negli ultimi tre mesi”.

E potrebbe aver fatto bene, perché Roger Federer è in arrivo…

 


Fonte: www.europe1.fr

Un commento su ““Un altro Slam? Ci credo fortemente”

  1. Pingback: Federer, il numero uno ed il segreto del suo rientro | RF Tennis Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...