Federer: “Voglio vincere ancora Wimbledon”

Roger ha appena rilasciato un’interessante intervista a Noz.de in cui parla di vari argomenti, tra cui la sua partecipazione a Wimbledon ed alle prossime Olimpiadi.


Secondo Roger Federer è complicato scegliere tra vincere uno Slam o le Olimpiadi. “E’ difficile rispondere. Gli Slam sono assolutamente una priorità per noi, è ovvio. Le Olimpiadi però sono una cosa diversa. Giocando una volta ogni quattro anni, se perdi, l’arrabbiatura è amplificata. Di solito quando va male uno Slam ci possiamo riprovare l’anno dopo. Perché le Olimpiadi sono così importanti per me? Le ho sempre guardate molto, sono sempre stato impressionato dal basket: Michael Jordan, Shaquelle O’Neal, ed anche l’oro di Marc Rosset. C’è poi anche la mia esperienza. Ho giocato a Sidney quando ero più giovane e ho raggiunto le semifinali. Poi ho perso due volte, fu molto triste. Avevo bisogno di vincere una medaglia, era come se ci fosse una mancanza per me. Ma allo stesso tempo ho conosciuto Mirka”.

Federer ha raccontato anche della influenza che hanno avuto per lui Jordan e O’Neal. “Michael Schumacher, Tiger Woods e Valentino Rossi, la loro dominazione mi ha ispirato. E oggi? Ora è molto stimolante per me incontrare persone interessanti e condividere bei momenti con loro. Per esempio agli Oscars, dove ho incontrato personaggi completamente differenti”.

Le cose che lo ispirano particolarmente? “I momenti da pelle d’oca. Provare l’emozione di vincere quello che sarebbe l’ottavo titolo di Wimbledon“.

Federer ha inoltre raccontato della sua vita all’infuori della carriera, condividendo i suoi pensieri riguardo a ciò che vorrebbe fare dopo il ritiro. Potrebbe fare da coach? “Non necessariamente rimanendo ancora nel Tour. Al giorno d’oggi però molti allenatori allenano da 10 a 15 settimane. Potrei farlo avendo dei figli? Magari sì. Ma fra 20 anni ne avrò 54 e allora forse penserò che non ne avrò assolutamente voglia. Magari vorrò viaggiare per il mondo con mia moglie.”

Alla fine ha anche parlato dei suoi due più grandi rivali, Novak Djokovic e Rafael Nadal, entrambi alla ricerca della vittoria al Roland Garros quest’anno.

Su Novak: “E’ molto rapido, cosa che lo rende fortissimo in ogni zona del campo. Ci vuole davvero uno sforzo enorme per riuscire a batterlo. E’ in forma sia fisicamente che mentalmente. Ha anche lui una famiglia che lo segue. Cosa davvero importante perchè ti da grande motivazione. Nell’estate del 2009, quando Mirka era incinta, ho vinto Wimbledon e Parigi. Ma allo stesso tempo potrebbe anche essere una distrazione”.

Per quanto riguarda Rafa: “Sono un suo grande fan. E’ stato il mio più grande rivale di sempre e per questo ho il massimo rispetto per lui. Sono l’ultimo a pensare che non possa più vincere niente di importante. So bene quanto sia forte”.

 

Articolo originale: http://www.noz.de/deutschland-welt/sport/artikel/713007/roger-federer-kleine-momente-machen-es-fur-mich-aus

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...